31 dicembre 2017

Resoconto 2017 e buoni propositi 2018

Un 2017 scoppiettante.
Siamo giunti anche alla fine di questo 2017; e già di per sé la notizia è positiva. Siamo sopravvissuti al cambio di forum, al passaggio sul blog e all'ampliamento su Batoto. Tutte queste tappe ci hanno portato via non poco tempo ma, nonostante ciò , abbiamo rilasciato più capitoli rispetto al 2016 (87 contro 81), che già aveva sorpassato il 2015 (77). Se siete curiosi di consultare un elenco di quelli che, più o meno, sono stati tutti i capitoli rilasciati da MangaScan, visitate questo topic sul forum. Dico "più o meno" perché per il biennio 2007-2008 non ci sono fonti di prima mano ma ho ricostruito le release partendo da pagine di archivio su internet.
C'è stata una maggior varietà nella proposta dei manga, rispetto ai due anni precedenti, sia quantitativamente (8 progetti differenti, escludendo le oneshot) sia qualitativamente (dall'introspezione di Inio Asano, agli sganassoni di Hiroshi Takahashi). Abbiamo terminato definitivamente Crows traducendo i quattro volumi extra. Abbiamo aggiunto al nostro archivio un buon numero di volumi unici (4) e capitoli autoconclusivi (6).
Sono stati rilasciati solo tre capitoli di progetti (Shimanami Tasogare) poi interrotti (contro i 27 capitoli di Clover del 2016). Ha collaborato alle release del 2017 un alto numero di membri dello staff. Anche escludendo il volume celebrativo Il suono delle ossa, 6 traduttori e 3 editor hanno avuto il loro nome scritto nei crediti delle release di quest'anno. Siamo lontano dai fasti degli anni d'oro ma, vista la caratteristica pigrizia e l'età media oramai praticamente adulta del nostro staff, questo dato è sconcertante.
Anche voi utenti siete costanti e non possiamo lamentarci. Il contatore della pagina di download del blog va oltre le 4200 visualizzazioni, per dare una cifra.


Però...
C'è ovviamente l'altra faccia della medaglia. Ecco, insomma, quest'anno mi sono dedicato a smaltire tutti i progetti che giacevano in un limbo di stallo: L'ora del caffè, Destinato a fallire, i quattro volumi di Crows erano già stati tradotti e in parte editati nel 2016 (se non nel 2015!); persino l'idea di fare Bad Police era in cantiere da diversi anni, anche se i lavori non erano mai cominciati.
Addirittura, c'è ancora un volume di un progetto poi finito tra i droppati (che per il momento per scaramanzia non cito) tradotto dal 2010 e mai editato. Vorrei lavorarci sopra, quantomeno per rispetto verso chi al tempo lo tradusse e per portare a compimento un arco narrativo. Poi si vedrà.
Tutto questo per dire che l'exploit di quest'anno ha radici ben più profonde.


E quindi, il 2018?
Il 2018 è una notte lunga e tempestosa innanzi a noi. Tante cose possono cambiare e tanti impegni si stagliano all'orizzonte. Andremo avanti finché la vita reale ce lo permetterà e speriamo vivamente di essere qui, tra 365 giorni, a scrivere un post analogo a questo. Adesso come adesso, gli unici progetti sicuri e attivi sono Montage e Dorohedoro. Ci sono buone probabilità di avere presto nuovi capitoli de Lo scheletro impossibile, sembra che sia stato ripreso. Tutto il resto è avvolto nelle spire del caos!, per citare il nostro amato Doro.


Un nuovo progetto?
Sono molto tradizionalista, faccio sempre fatica a buttarmi su qualcosa di nuovo, specialmente se questo comporta tradurre e editare in completa autonomia un manga.
Inoltre, non è facile scegliere un nuovo progetto di per sé, perché dovrebbe soddisfare molti standard.
Deve essere in primis qualcosa su cui fa piacere lavorare, perché la scanlation è e deve restare un hobby, ché di lavoro a questo mondo ne dobbiamo fare già a sufficienza. Però deve nel contempo essere un fumetto potenzialmente gradito a voi lettori; per fare un esempio, se i progetti che vanno per la maggiore sono action, adventure, mystery, psychological e botte&amicizia, è inutile proporre 25 volumi di un josei, slice of life, romance, drama. Sicuramente qualcuno lo apprezzerà, ma è come se la Barilla si mettesse a fabbricare lavatrici (l'esempio è puramente casuale).
Non ultimo, il progetto deve avere una traduzione inglese di buona qualità (fidatevi, è più difficile di quanto sembri, di questi tempi) e delle raw a disposizione. Ah, ovviamente non deve essere un progetto in corso presso un altro scan team italiano o edito da una casa editrice italiana.
Difficile, vero? Magari salta fuori anche qualcosa in collaborazione con KanYaku, giusto per dare un po' di qualità extra alle release.
Come vedete, qualcosa è nell'aria.
Annusate a fondo.

Nel frattempo, auguri di Buon Anno a tutti i lettori e auguri di Buon undicesimo Compleanno a MangaScan, anche se in anticipo di qualche giorno.


1 commento:

  1. Mi sono reso conto che vi seguo da 5 anni... O_O
    Più Scheletri Impossibili per tutti comunque! XD Sono ovviamente in attesa delle vostre scan, quelle inglesi non le prendo nemmeno in considerazione...
    Un grandissimo complimenti per ciò che avete fatto sinora ed un auguro per un 2018... fate quello che potete fare che va bene comunque :P

    RispondiElimina